.

SOSTIENI CAGLI ALERT FAI UNA DONAZIONE

Guarda questo video PGR ti ringrazia

CAGLI ALERT

ARCHIVIO NOTIZIE CAGLIESI

CERCA NEL BLOG

martedì 24 giugno 2014

DAI UN CALCIO AL PREGIUDIZIO



DAI UN CALCIO AL PREGIUDIZIO


  Il 27 giugno al Pelingo si dà un “Calcio al pregiudizio”.
A partire dalle ore 18:30 un triangolare di calcio a squadre miste con i ragazzi nigeriani e calciatori del territorio. A seguire “apericena”, musica e occasioni di riflessione e confronto.

La Consulta di Giovani dell'Ambito Sociale 3, che riunisce i giovani e le associazioni del territorio della Comunità Montana del Catria e del Nerone, organizza il primo triangolare "Un Calcio al Pregiudizio" che si svolgerà il 27 giugno, a partire dalle 18:30, al campo sportivo del Pelingo.
In campo i ragazzi nigeriani temporaneamente ospiti della struttura insieme ai calciatori professionisti e non di tutti i Comuni della comunità Montana del Catria e del Nerone.
"L'obiettivo è quello di creare occasioni di incontro, confronto e condivisione per dare insieme un calcio al pregiudizio. La partita è un'occasione per conoscere, per avere tutte le informazioni possibili da utilizzare per crearsi un proprio giudizio, ognuno personale e insindacabile, ma basato su una esperienza reale e vissuta." spiegano gli organizzatori della manifestazione che unisce in rete diverse associazioni del territorio.
A seguire un  “apericena" a offerta e performance musicali improvvisate, con l'invito aperto a tutti di portare uno strumento musicale per arrangiare una grande melodia multietnica e solidale, accompagna dai jambee dei ragazzi nigeriani, e l’esibizione di un Coro Gospel.

La consulta giovanile, nata in seno al progetto europeo Youth AdriNet , coinvolge già i membri di diverse associazioni e, in collaborazione con le istituzioni, si prefigge l’obiettivo di creare occasioni di coinvolgimento e partecipazione attiva.
Al momento la Consulta è  formata da Go. Giovani Oggi, Idee Sport e Territorio, Boomincampo, alcuni giovani di Cantiano, la Comunità Acquaviva e  L’Albero delle Storie ma l’obiettivo è quello di coinvolgere sempre più realtà anche e soprattutto nei comuni vicini.
Alla realizzazione di questo evento hanno collaborato anche la cooperativa Labirinto, l’associazione Sottosopra onlus e l’associazione Davanti Alle Quinte, in un clima di collaborazione, confronto e condivisione, mettendo in campo competenze diverse al servizio di un unico obiettivo: dare un calcio al pregiudizio.


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.