.

SOSTIENI CAGLI ALERT FAI UNA DONAZIONE

Guarda questo video PGR ti ringrazia

CAGLI ALERT

ARCHIVIO NOTIZIE CAGLIESI

CERCA NEL BLOG

mercoledì 16 giugno 2010

Autovelox irregolare, un’altra denuncia

http://ieromazzo.files.wordpress.com/2008/04/autovelox.jpg
Autovelox irregolare, un’altra denuncia
blog it
Cagli “L’autovelox della polizia municipale di Fossombrone lungo la superstrada, venerdì scorso, nel tratto compreso tra l’uscita est e quella ovest, non era preannunciato dal cartello che deve essere esposto per legge come ha già dichiarato il prof. Vincenzo Franco, segretario provinciale della Cisal Scuola, anche io sono transitato più o meno nello stesso frangente di tempo e posso tranquillamente confermare quanto detto dal professore”: chi parla è Nadio Carloni, cagliese, già candidato al consiglio regionale nelle ultime elezioni per la Lega Nord. Carloni aggiunge: “Non si tratta di imbastire nessuna polemica strumentale. Così come è giusto prendere atto delle dichiarazioni della comandante della polizia municipale di Fossombrone dottoressa Ceccarani, è altrettanto legittimo che anche il semplice cittadino dica la sua e non per comodo”. La questione resta aperta? “Ancor più per la gravità dello stato bituminoso lungo tutto il tratto dell’entroterra. A partire da Cagli fino a Fano. Il cittadino utente è chiamato solo a rispettare gli obblighi ed è giusto che sia così, peccato che nessuno, ma proprio nessuno provveda a tutelare i suoi diritti. Questa è la verità che emerge in tutta la sua drammaticità. La polizia municipale fa certo il suo dovere, nessuno obietta. Così come si sarà premurata sicuramente di segnalare i troppi tratti di strada pericolosi per buche e dissesti. Speriamo a questo punto che non debba prevalere solo l’autovelox…”. Per un verso o per l’altro balza in primo piano una questione che da tempo sta letteralmente sullo stomaco a troppi automobilisti. Peraltro sembra che i limiti di velocità sulla superstrada siano differenziati a tratti: da 90 a 110. Colpa dell’asfalto?
r.g.,

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.