.

SOSTIENI CAGLI ALERT FAI UNA DONAZIONE

Guarda questo video PGR ti ringrazia

CAGLI ALERT

ARCHIVIO NOTIZIE CAGLIESI

CERCA NEL BLOG

venerdì 23 luglio 2010

Commercianti e Ztl “Le nostre richieste rimaste inascoltate”

http://www.studiolegalelagreca.it/wp-content/uploads/2009/11/ztl.jpg
Commercianti e Ztl “Le nostre richieste rimaste inascoltate”
Polemiche le associazioni di categoria
blog it
Cagli “Ci chiediamo quale concetto abbiano gli amministratori di Cagli della concertazione quando di un accordo sottoscritto applicano soltanto le parti che evidentemente fanno più comodo e stracciano senza problemi quelle che a loro avviso non vanno più, stravolgendo così unilateralmente l'accordo sottoscritto”. Confcommercio, Confturismo, Confartigianato e Cna prendono la parola e criticano apertamente il comportamento adottato dall'amministrazione comunale in merito alla Ztl estiva, che il Comune intende istituire già dai prossimi giorni e comunque per il mese di agosto e la prima metà di settembre.

Secondo le associazioni di categoria non è pensabile far partire alle 19,30 la chiusura al traffico delle vie del centro perché ciò causerebbe dei grossi disagi, soprattutto nel controllo dell'area da parte della polizia municipale che attualmente si trova con poco personale. “Rimane irrisolto il problema del controllo della Ztl al termine del turno lavorativo degli agenti di polizia municipale – spiegano le associazioni -. Ma la chiusura anticipata alle 19,30 è causa di problemi che incidono in maniera negativa anche sul normale svolgimento delle attività commerciali, artigianali e dei pubblici esercizi”.

Secondo le associazioni l'Amministrazione comunale, attraverso il vicesindaco Mazzacchera, ha stravolto l'accordo sottoscritto, senza prestare attenzione alle richieste dei commercianti che, invece, chiedevano di portare alle 20,30 la chiusura al traffico. I commercianti hanno accettato la richiesta del Comune di estendere la Ztl a tutte le sere di luglio, agosto e delle prime due settimane di settembre, ma sull'orario sono intransigenti “La scorsa settimana – affermano le associazioni – un'auto è entrata nel centro storico quando era già attiva la Ztl e ha rischiato di investire un bambino. E' intervenuto un agente in borghese perché in quel momento non c'erano gli opportuni controlli. Invitiamo caldamente l'Amministrazione comunale a porre fine a questa situazione che ha dell'incredibile e che non può da noi ulteriormente essere accettata”.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.