.

SOSTIENI CAGLI ALERT FAI UNA DONAZIONE

Guarda questo video PGR ti ringrazia

CAGLI ALERT

ARCHIVIO NOTIZIE CAGLIESI

CERCA NEL BLOG

giovedì 29 aprile 2010

“Il Comune non ha debiti da saldare”

http://roma2011.blogosfere.it/images/soldi.jpg
“Il Comune non ha debiti da saldare”
Catena difende il bilancio e torna a contestare i vincoli del patto di stabilità. Un milione di euro per le strade
blog it
Cagli Al centro dell'attenzione politica c'è ancora il bilancio di previsione approvato durante l'ultimo consiglio comunale. Le critiche sollevate dal capogruppo della lista civica Uniti per Cagli, Vincenzo Mei, e quelle portate avanti dal capogruppo Pdl, Giuseppe Gambioli, hanno suscitato un certo clamore tra gli amministratori. Il vice sindaco Alberto Mazzacchera aveva infatti affermato: “Lo sforamento del patto di stabilità è stato incentivato dall'associazione nazionale dei comuni italiani, questo non possiamo dimenticarlo”.

Inoltre gli amministratori intendono ricordare a Gambioli che il patto si applica soltanto ai Comuni con più di 5000 abitanti e, per rispondere alla domanda del consigliere del Pdl: “I Comuni limitrofi o della comunità montana non hanno i problemi di Cagli? Non onorano i patti?” la risposta è chiara in quanto solo Cagli deve sottostare al patto. Un altro elemento che tutta la giunta, con forza, intende ribadire è che il Comune non ha debiti con nessuno, ne tanto meno con le aziende e le attività locali. “Siamo soddisfatti di questo bilancio - ha affermato il sindaco Patrizio Catena - tutti gli interventi che abbiamo previsto saranno realizzati in base alle priorità stabilite e, per prima cosa, c'è la persona: la salute, l'istruzione, tutto ciò che ruota intorno al sociale, ma anche intorno alla viabilità e alla sicurezza stradale. Per questo spenderemo un milione di euro nelle strade, e non solo quelle del centro storico ma anche quelle bianche e isolate delle frazioni. Dico questo con grande fierezza al consigliere Gambioli che, nel suo intervento, aveva parlato di debiti e di esborsi eccessivi. Tutto quello che c'è nel bilancio può essere realizzato”. Interviene anche l'assessore ai Servizi sociali, Eugenia Berardinelli che all'affermazione di Mei: “E' un bilancio senza idee ne progetti”, risponde: “Non è vero che non ci sono idee, anzi ci sono e sono anche molte, il problema è che a causa dei tempi della burocrazia sarà difficile applicarle tutte. Nel sociale abbiamo fatto tanto”.


IRENE OTTAVIANI

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.