.

SOSTIENI CAGLI ALERT FAI UNA DONAZIONE

Guarda questo video PGR ti ringrazia

CAGLI ALERT

ARCHIVIO NOTIZIE CAGLIESI

CERCA NEL BLOG

sabato 7 maggio 2011

Amnil, campagna contro le malattie professionali

clipped from www.google.it
Amnil, campagna contro le malattie professionali
blog it
Cagli In un paese che conta quasi 800.000 infortuni all’anno di cui un terzo coinvolge le donne, Anmil intende continuare a mantenere alta la guardia, ad impegnarsi quotidianamente per impedire gli incidenti e le malattie professionali e per dare una migliore tutela alle lavoratrici e ai lavoratori che ne rimangono vittime ed alle loro famiglie. Per questo si continua a diffondere la cultura della prevenzione, dell’educazione alla tutela della salute negli ambienti di lavoro. Per la realizzazione di questi obiettivi l’Anmil si sta impegnando a organizzare e a progettare incontri, dibattiti e seminari sulle tematiche della sicurezza e della prevenzione sul lavoro coinvolgendo studenti delle scuole di ogni ordine e grado. E’ partito intanto la terza edizione del concorso “Il destino non c’entra”, riservato ai ragazzi delle quarte delle scuole superiori e che ha come tema la prevenzione degli infortuni sul lavoro. Il concorso prevede 3 sezioni: fotografia, multimediale e illustrazione-pittura. Nel frattempo l’Anmil, con decreto del Ministero del Lavoro, del 25 gennaio 2011 è diventato Patronato. E’ così possibile per i circa 6000 associati e loro familiari avere il servizio gratuito Saf, che riguarda la compilazione della denuncia del redditi, e in più una consulenza fiscale e una continua assistenza. L’Associazione si avvale anche della collaborazione di professionisti medico-legali. Il servizio è rivolto anche ai non iscritti pagando però un modestissimo contributo, chiaramente molto al di sotto dei prezzi praticati. Per esercitare al meglio questo servizio è stata ampliata e resa più fruibile al pubblico la sede in Via Scialoia a Pesaro. L’Associazione comunque si sta organizzato in tutta la provincia anche in previsione dell’aumento degli iscritti. La provincia verrà, dopo l’uscita dei comuni della Val Marecchia, riorganizzata con 4 grandi distretti: Pesaro, Fano, Urbino e Cagli-Pergola, ognuno con un proprio rappresentante. Inoltre a breve verranno nominati nuovi referenti in diversi Comuni della provincia.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.