.

SOSTIENI CAGLI ALERT FAI UNA DONAZIONE

Guarda questo video PGR ti ringrazia

CAGLI ALERT

ARCHIVIO NOTIZIE CAGLIESI

CERCA NEL BLOG

venerdì 22 marzo 2013

Dal 6 aprile "È tempo di cambiare", l'eco-teatro è anche a Cagli

www.quiflaminiamarche.corrierenazionale.it

Dal 6 aprile "È tempo di cambiare", l'eco-teatro è anche a Cagli

Un cartellone dedicato a efficienza energetica e risparmio nei consumi, ambientato - dal 6 aprile per due mesi - nei teatri dei comuni della comunità montana del Catria e Nerone. Un modo divertente per parlare di natura e diffondere comportamenti eco-sostenibili. Questo “È tempo di cambiare”, prima rassegna nazionale di teatro eco-sostenibile, organizzata dall'associazione Eco-Fatto e sostenuta dalla Provincia di Pesaro e Urbino. La prima edizione è stata salutata dall'attore e regista Jacopo Fo che il 6 aprile terrà a battesimo il festival alla Sala
Capponi di Cantiano con lo spettacolo Ecologia, follia e dintorni.


Nell’anno contro lo spreco, salirà sul palco come da programma (il 13 aprile a Piobbico con Patrizio Roversi per Waterfront - Dialogo sull'acqua e in chiusura il 18 maggio a Cagli con Massimo Cirri per -SPR+ECO ) anche l'agronomo Andrea Segré, padre del Last Minute Market, spin-off accademico nato dall'università di Bologna che trasforma i beni invenduti e prossimi a scadenza in risorse da ridistribuire alle associazioni. La rassegna prosegue mettendo in agenda la lotta allo spreco. Il 20 aprile al teatro comunale di Apecchio sarà la volta dello spettacolo autoprodotto dall'omonima associazione organizzatrice della rassegna, Eco-Fatto con Massimiliano Martini (igresso gratuito), mentre il 4 maggio al teatro Conti di Acqualagna andrà in scena I consumisti mangiano i bambini di Diego Parassole. Ad accompagnare gli spettacoli sono previste degustazioni di prodotti tipici locali a chilometro zero, nonché incontri formativi con le scuole. Oltre che con il contributo della Provincia, “È tempo di cambiare” è realizzato grazie alla comunità montana Catria e Nerone, all'Ambito Sociale 3 e all'Istituzione Teatro di Cagli.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.