.

SOSTIENI CAGLI ALERT FAI UNA DONAZIONE

Guarda questo video PGR ti ringrazia

CAGLI ALERT

ARCHIVIO NOTIZIE CAGLIESI

CERCA NEL BLOG

martedì 16 aprile 2013

Bahrami travolge Cagli con la magia del Flauto di Bach

www.quiflaminiamarche.corrierenazionale.it

Bahrami travolge Cagli con la magia del Flauto di Bach

 

Si abbassano le luci, si chiudono gli occhi e si parte in un sublime viaggio che solo la grande musica sa regalare. Questa l’esperienza che il concerto di Ramin Bahrami e Massimo Mercelli, ieri sera, ha saputo regalare agli oltre 200 spettatori  che hanno riempito il teatro comunale di Cagli. Un’ora e mezzo di armonia dell’anima, 90 minuti di virtuosismi musicali in un programma interamente dedicato alla produzione per flauto di  Johann Sebastian Bach.
Che il grande compositore tedesco sia la passione primaria di Bahrami è ormai noto, una passione che lo folgorò fin da giovane: a 11 anni infatti fu costretto a fuggire dall'allora Persia e, tramite una borsa di studio, iniziò a studiare in Italia, concentrandosi su Bach.Ramin Bahrami scompone la musica di Bach e la ricompone in modi che risentono di un modello, Glenn Gould, senza veramente assomigliare al modello. Io gli ho insegnato a sopportare il morso, ma non l’ho domato; e spero che continui ad essere com’è”  ha commentato Piero Rattalino, il celebre maestro italiano di pianoforte, nel definire il rapporto fra Bahrami e Bach.
Sul palco del teatro di Cagli, impreziosito dal fondale storico, c'è stato uno spettacolo intenso, emozionante e coinvolgente, intervallato dagli interventi e dalle curiosità dei due grandi interpreti. “ Il mio flauto è stato costruito con un legno di 160 anni fa ed era la gamba di un tavolo, mentre la tastiera una teiera. Lo strumento ha un suono meno potente ma molto più caldo” ha commentato Mercelli, suscitando l’ilarità del maestro Bahrami che ha invitato il pubblico a trovare “un’attaccapanni” per la costruzione di un nuovo strumento. I due talentuosi musicisti hanno concesso ben quattro bis con brani molto accattivanti, fra cui Fragile la celebre canzone di Sting che Bahrami ha definito “una delle più belle mai scritte” e che ha rielaborato appositamente per flauto e pianoforte.
Ancora un evento dal respiro internazionale, organizzato all’interno del progetto “Cagli con Bahrami" promosso dal presidente dell’Istituzione teatro Massimo Puliani in collaborazione con l’amministrazione comunale.
C'è attesa, quindi, per il ritorno del maestro a luglio con una masterclass (21-27 luglio) aperta agli allievi che si concluderà con un concerto d'orchestra della Fides musica diretta dal maestro il 27 luglio al Comunale.

 

 

 




Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.