.

SOSTIENI CAGLI ALERT FAI UNA DONAZIONE

Guarda questo video PGR ti ringrazia

CAGLI ALERT

ARCHIVIO NOTIZIE CAGLIESI

CERCA NEL BLOG

venerdì 19 aprile 2013

Il consiglio dei consigli per non chiudere gli ospedali

www.quiflaminiamarche.corrierenazionale.it
Il consiglio dei consigli per non chiudere gli ospedali

CALCINELLI - "La giunta regionale ha incaricato il direttore Asur di verificare con i territori la proposta di riorganizzazione dei 13 piccoli ospedali". Il governatore delle Marche, ora impegnato a eleggere il presidente della Repubblica destinato a sostituire Napolitano, lo ha scritto su Twitter nei giorni scorsi.


In più occasioni, poi, ha ricordato come si debba procedere con determinazione, per evitare il commissariamento della sanità. Un commissariamento che, ai territorio dell'entroterra marchigiano, non fa tanta paura quanta ne fa il Piano regionale, per ora una proposta, che cancella dai territori interni, quelli con popolazione anziana e viabilità più complicata, tutti i posti letto ospedalieri.





Pur avendo annunciato, sempre sul social media, il "via libera della giunta regionale al potenziamento della rete dell’emergenza e del soccorso con più mezzi e servizi per l’entroterra", si è trovato contro un territorio unito come mai, disposto a tutto (il sindaco di Cingoli dorme in un camper sotto al palazzo della Regione), per tutelare il proprio diritto alla salute. Un diritto che un ospedale che si raggiunge in oltre un'ora di viaggio, non può tutelare.


La comunità montana ha già votato una mozione che chiede le dimissioni della giunta Spacca se si procede al ridimensionamento dell'ospedale di Cagli. Mentre il sindaco di Saltara ha minacciato le proprie dimissioni se non si tutela Fossombrone.


Per stasera, alle 21, il primo cittadino di Saltara Fabio Cicoli ha convocato, nella palestra di Calcinelli, un consiglio dei consigli comunali che vuole mettere attorno al tavolo i consigli comunali di Barchi, Cartoceto, Fossombrone, Isola del Piano, Montefelcino, Montemaggiore al Metauro, Orciano di Pesaro, San Giorgio di Pesaro, Sant’Ippolito e Serrungarina e con il consiglio dell’Unione Valle del Metauro. L’invito è stato esteso anche al presidente della Provincia Ricci e ai sindaci di Pesaro, Fano, Cagli e degli altri comuni della comunità montana del Catria e Nerone.


Una rappresentanza cagliese ha annunciato che parteciperà.



Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento.